cominter

Soia

La Soia rappresenta uno dei raccolti più antichi. Si colloca la sua area distributiva originale come la regione nord della Cina, la sua conoscenza ed i semi sono arrivati nel mondo occidentale molto tardi. In Austria la Soia era coltivata già in precedenza alla prima guerra mondiale; tuttavia è poi scomparsa sino alla fine della seconda guerra mondiale. Circa 20 anni fa la coltivazione di Soia è stata reintrodotta in Austria; grazie alle innovative ricerche di mercato da noi portate con lo studio e lo sviluppo di varietà dimenticate per il nostro mercato interno. Il seme è contenuto in un baccello che contiene 2-3 fagioli. Secondo il tipo può essere grande o piccolo, tondo od ovale. Il colore può essere vario, verde o verde oliva come anche marrone, giallo, nero o variegato; sempre in funzione del tipo. La Soia ha un sapore molto caratteristico; mentre la farina di Soia integrale può essere dolciastra, ma leggermente nocciola. La Soia in fiocchi e la farina tostata presentano un leggero sapore di nocciola. Generalmente impiegata nella più ampia varietà di preparazioni con base grassa (farina, granella, fiocchi), si utilizza anche come olio e come stabilizzante (lecitina). La Soia ha un livello eccezionalmente altro di Lecitina e di acido glutammico. La Lecitina è particolarmente importante per le funzioni nervose e mentali. L'acido glutammico ha un particolare effetto nel trattamento di difetti locali. La Soia è una delle poche fonti di proteine che non sono acide bensì basiche in natura. Questa caratteristica provoca una decisa riduzione di zuccheri nelle urine e nel sangue.

Collegamenti